REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


PER MEZZO DI MARIA - SANTUARIO DIVINA MATERNITA'
Share |

   

Il Santuario della Divina Maternità sorge a Trezzo sull’Adda, in località Concesa, sul luogo di un’antica sorgente che attirava tanta gente per le sue virtù miracolose.

Nei primi anni del 1600, le cronache raccontano di un fatto prodigioso che fu “la cagione per cui si eresse una Cappelletta sopra il fonte”: viveva in Capriate, villaggio bergamasco sulla riva sinistra dell’Adda, una donna, Felicita Polini, che da anni era gravemente malata. Desiderava recarsi alla fonte di Concesa, ma, non potendo affrontare il viaggio, si fece portare di quell’acqua e guarì. Per gratitudine si impegnò a costruire una cappella sul luogo della fonte, ma indugiò e le cronache riferiscono che una caduta la portò in fin di vita. Ancora una volta Felicita rinnovò la promessa e guarì; ma ancora una volta non mantenne la promessa. Ammalatasi ancora gravemente, in fin di vita ricordò l’impegno preso al marito, il quale diede subito inizio all’opera, impegnandovi ogni suo avere; ultimata la costruzione pensò di decorarne l’interno con un ritratto della Vergine che allatta Gesù.

Il progetto piacque al parroco di Concesa che ne affidò l’esecuzione al fratello, Giovanni Stefano Manetta, pittore conosciuto nelle campagne lombarde per lavori di poco conto. La tradizione insiste sulle mediocri capacità del pittore e sull’angoscia che lo tormentò appena si accinse all’opera; pensò di ritrarre la moglie che allattava il figlio, ma fu sorpreso dal sonno e, al risveglio, trovò “la pittura già di invisibil mano condotta a certo finimento d’arte, ch’era follia sperarlo da lui”. Il giudizio unanime fu che il volto di Maria non poteva essere opera delle sue mani.

In breve tempo il luogo attorno alla fonte diventò un piccolo Oratorio sacro alla Vergine. L’affluenza dei fedeli divenne così numerosa che il parroco pensò ad un edificio più ampio, ma le difficoltà del momento storico flagellato da povertà, carestie e gravi epidemie rese molto difficile l’opera di costruzione, finché, nonostante un lascito molto generoso da parte della contessa Anna Landriani Monti, il cantiere fu abbandonato e anche le visite dei fedeli cessarono.

Quando nel 1635 uno dei figli della contessa, divenuto cardinale, prese possesso della Diocesi ambrosiana, la madre vide in questo evento una nuova grazia della predilezione della Vergine per i devoti del santuario ed esortò il figlio a intervenire e portare a termine la fabbrica interrotta da anni. Il Cardinal Monti si impegnò a costruire con i propri mezzi il santuario per onorare Maria nell’immagine miracolosa della Madonna di Concesa, in segno di gratitudine per le molte grazie ricevute. Il santuario fu inaugurato il 3 settembre 1641, è una bella espressione di barocco lombardo, a unica navata, con uno splendido altare maggiore in marmo, che racchiude la nicchia con il quadro miracoloso della “Madonna che allatta il Bambino”. Fu affidato in un primo tempo alle cure di due sacerdoti Oblati di San Carlo, ma il richiamo fu tale per tutte le popolazioni del Milanese e del Bergamasco che i due sacerdoti non furono più sufficienti per prendersi cura delle persone che vi si recavano per nutrire la propria vita spirituale. Il Cardinal Monti affidò dunque il Santuario ai Carmelitani Scalzi, che, essendo una comunità di quindici persone, avrebbero potuto dedicarsi ai fedeli con maggior frutto e venire incontro alle necessità del santuario.

Nel 1981 è stata istituita una Casa di Preghiera, in parte riservata all’ospitalità di coloro che desiderano passare alcuni giorni in preghiera e ritiro spirituale.
 
Informazioni utili:
www.santuariodivinamaternita.com
Santuario della Divina Maternità - Via Benigno Calvi, 9 - località Concesa - 20056 Trezzo sull’Adda - Tel.02.90961489 – fax 0290964144
Per raggiungerlo in auto: autostrada A4 Milano-Venezia, uscita al casello di Trezzo sull’Adda (km 1,5 ), si prosegue per Concesa in direzione del fiume (km 1).
In treno: da Milano MM linea 2, si scende a Gessate e si prosegue con autobus per Trezzo e Concesa.

 


pubblicato in data: 03/02/2013 22:42:23    :3372

APPUNTAMENTI:
20 ottobre 2019
VILLARICCA (NA): ANIMAZIONE SANTA MESSA

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project