REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


TESTIMONIANZA: LE COSE BELLE NON SI NASCONDONO, SI CONDIVIDONO
Share |

Sia lodato Gesù Cristo!

Quando la carissima Betty mi ha chiesto se me la sentivo di fare una testimonianza sull’esperienza del Seminario di Vita Nuova nella Santa Trinità, non ho esitato un attimo, il mio SI' è arrivato subito (a voce e con una successiva e-mail). Le cose belle non si nascondono, si condividono e così la gioia per il dono ricevuto si moltiplica.

Questa esperienza è stata tutta meravigliosa, a partire dalla formula utilizzata nel libretto che ci ha fatto compagnia per due mesi e che terrò sempre con me. Alla Parola, segue sempre una meditazione e poi il proposito dell’azione da compiere. Uno schema che rappresenta in nuce la struttura della vita cristiana. Un'esistenza che deve necessariamente portare a compimento concretamente gli insegnamenti ricevuti da Nostro Signore Gesù Cristo (che cosa è, infatti, una Fede senza le opere ?). Non possiamo delegare agli altri la testimonianza – fino al martirio – della Parola di Dio, e oggi ve ne è urgente bisogno al cospetto, tra l'altro, del relativismo etico, della sistematica violazione del diritto alla vita e di una ideologia di genere che vuole creare un uomo senza identità, senza volto e, soprattutto, non a immagine e somiglianza di Dio.

Gli insegnamenti che si sono susseguiti sono stati tutti molto belli e significativi. Da quello sulla piccolezza del cuore, l’umiltà, indispensabile per diventare “servi inutili” del Signore, a quello sui carismi, doni ricevuti e da condividere con i fratelli.

Il giorno dell'Effusione dello Spirito ero emozionatissimo già durante la S. Messa. Quando, poi, è iniziata l’ Effusione, qualcosa dentro di me si è definitivamente sciolto e ho pianto a lungo di felicità. Ho chiuso gli occhi e in pochi minuti ho rivisto il film della mia vita, tutte le occasioni nelle quali dopo una caduta – a volte devastante – il Signore si è piegato su di me e mi ha detto: “Io sono qui accanto a te, rialzati e riparti”. Nei miei oltre cinquanta anni, il Signore si è servito – per aiutarmi sempre - dell’Opus Dei di San Josemaria Escrivà, della Comunità dell’Emmanuele di Pierre Goursat e, adesso, del Movimento Gloriosa Trinità di Don Andrea.

Nel frattempo, vicino a me, i fratelli pregavano e ricevevano la Parola, come sempre assai pregnante e calzante. La parabola della vedova che importuna con continue richieste il giudice disonesto che, alla fine, si risolve ad accontentarla. La necessità, quindi, di una preghiera incessante per rimanere sempre il più possibile prossimi al Signore. Una preghiera che sia per la nostra anima, ciò che è il respiro per il nostro corpo: indispensabile per tenerla viva (come scrisse un antico certosino francese). E poi, ancora, sull’evitare di servirsi dell’ira per risolvere i problemi, cosa che mi tocca nel profondo.

Una dimostrazione che qualcosa di veramente straordinario e meraviglioso era successo nella mia vita, l’ho avuta qualche ora più tardi, allorché ho ricevuto un attacco personale tanto violento quanto gratuito. In condizioni normali avrei immediatamente risposto per le rime – nel lavoro mi occupo di contenzioso, sono abituato ad usare le armi della polemica e della dialettica – quel giorno no, non ho risposto, ho cancellato l'e-mail e sono andato oltre. Sono persona assai sensibile e avrei dovuto soffrire molto per quella aggressione abnorme e ingiustificata che, invece, non mi ha minimamente scalfito. Se questi sono gli effetti miracolosi della Effusione dello Spirito, mi auguro che questi Seminari vengano riproposti frequentemente!

Sia lodato Gesù Cristo!

Enrico 

 


pubblicato in data: 19/04/2015 11:06:16    :928

APPUNTAMENTI:

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project