REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


PER MEZZO DI MARIA: MADONNA DI MONTECASTELLO
Share |

Nel secolo XIII, durante una violenta battaglia tra Bresciani e Trentini, una luce abbagliante scaturita dal castello, dove già esisteva un tempietto dedicato a Maria, paralizzò i Trentini, permettendo ai Bresciani di sopraffarli. Gli abitanti di Tignale testimoniarono la presenza di Maria sulla montagna in forma di Stella luminosa, per cui il primo titolo di questa Madonna sarà "Madonna della Stella".

 

Da Tignale si accede al Santuario per una ripida strada costeggiata dalle cappelle che illustrano i Misteri del Rosario. Il Santuario è collocato su di una posizione panoramica di straordinaria bellezza dalla quale si può ammirare il Lago di Garda con una vista che nei giorni di particolare limpidezza spazia fino agli Appennini Modenesi.

Al termine della salita, all'ingresso dell'area santuariale (che presenta un vero e proprio muro di cinta con un imponente portale di ingresso) si trovano due edifici ottocenteschi, che un tempo ospitavano il custode del Santuario, e che ora sono adibiti a strutture di accoglienza per i pellegrini.

 

La monumentale scalinata di accesso al Santuaario, su due rampe, risale al 1599.

La chiesa, sovrastata da una cupola in rame, si presenta con tre navate. Quella centrale ospita l'altare maggiore e comprende una soasa opera di intagliatori trentini, ossia una struttura lignea con statue. Essa adorna un'antica struttura in pietra, la cosiddetta "Casa Santa", che conserva un affresco del secolo XIV attribuito alla scuola di Giotto, raffigurante la Madonna e Gesù benedicente la Madre. Attorno all'affresco vi sono quattro pregevoli medaglioni dipinti su rame che rappresentano episodi della Beata Vergine Maria: la presentazione di Maria Bambina al Tempio, l'Annunciazione, la Nascita di Gesù, la Visita dei Magi. Le due navate laterali comprendono due ricchi altari lignei del secolo XVII rispettivamente dedicati alla Madonna di Loreto e a San Giuseppe. Sono pure presenti alcuni quadri attribuibili al pittore veneziano Andrea Celesti e alla sua scuola.

 

Il Santuario è celebre anche per i numerosi ex-voto, indici di grande fede e devozione da parte della popolazione tignalese e in generale di tutta la zona.

Al di sotto della chiesa è ubicata una struttura più antica che testimonia la presenza di un Santuario precedente all'attuale, con due affreschi quattrocenteschi (uno di essi porta la data del 1458), che rappresentano, rispettivamente, la Madonna col Bambino con altri santi (tra cui un San Sebastiano, San Vigilio di Trento e un Santo Vescovo, forse Zenone patrono di Verona, o Erculiano vescovo di Brescia), e la Madonna in trono con il vescovo Vigilio.

Il Santuario è aperto dal 19 marzo al 30 ottobre (orario 9-18); resta chiuso nei mesi invernali. Nei mesi di luglio e agosto si celebra la S. Messa quotidiana al mattino; negli altri periodi solo S. Messa festiva.

La solennità del Santuario ricorre l'8settembre, Festa della Natività di Maria.

Via Chiesa
25080 Tignale sul Garda (BS)
Tel. +39 0365 73019 - +39 0365 73020


pubblicato in data: 20/04/2015 12:21:41    :1217

APPUNTAMENTI:

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project