REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


TESTIMONIANZA: LA FELICITA' NON E' UN TRAGUARDO MA UN PERCORSO!
Share |

"La felicità  non è un traguardo, ma un percorso".

Quando mi hanno chiesto di fare una testimonianza sull'esperienza di effusione dello spirito, mi è subito venuta in mente questa frase con cui ho aperto il mio racconto perché, pensando all'effusione, mi rendo conto che la bellezza e profondità di questo momento non sta solo nel momento stesso, ma è tutto il percorso che ci accompagna all'effusione che ha un valore immenso, così come quello che viene dopo.

Il movimento Gloriosa Trinità organizza quasi ogni anno un seminario intitolato "Seminario di Vita Nuova nella S. Trinità" e questo percorso che precede e soprattutto ci prepara all'effusione è la strada che porta alla "felicità".
Ogni volta  che ho deciso di intraprendere questo cammino, mi sono sentita da subito orientata alla "vita nuova", perché era quello che desideravo, ma solo attraverso l'aiuto delle catechesi di Don Andrea e soprattutto della comunità ho davvero fatto questo cammino vivendolo come un'ancora di salvezza per l'eternità.

Io ho già fatto diverse effusioni e ognuna di esse è stata una grande sorpresa; ovviamente mi riferisco anche al seminario che ha preceduto ogni preghiera di effusione dello Spirito, perché proprio in ogni periodo ho vissuto e ricevuto strumenti molto importanti, valorizzati poi nel momento stesso dell’effusione.

Ricevere l’effusione è poi anche una scelta; mentre infatti il giorno del Battesimo sono i nostri genitori a decidere per noi, il giorno dell'effusione siamo noi a scegliere di rendere concreto il Battesimo ricevuto attraverso delle scelte di vita. Noi, con la nostra volontà e convinzione, con la nostra fiducia e soprattutto con il nostro affidamento e anche con la ragione. Lo scegliamo noi e lo viviamo da "adulti ".

Per questo motivo ho sempre vissuto questo evento con una grande responsabilità verso me stessa, perché ogni volta che ho ricevuto il la preghiera di effusione dello Spirito Santo ho detto un "Sì" al Signore con quella maturità spirituale che ho acquisito nel tempo.
Mi sento di dire che anche la fede è questione di volontà, devi sentire il desiderio dentro di te di conoscere Dio.

Don Andrea diceva che quella con Gesù è come una relazione di amore dove spesso si soffre (proprio come in una storia di amore) e dove non dobbiamo solo essere consolati, ma anche essere consolatori di Dio.
Questa frase mi ha bussato forte nel cuore e davvero solo durante questa ultima effusione per la prima volta ho capito di essere in una relazione d'amore con Dio, oltre a mio marito.

Ho vissuto questo momento infatti come uno "sposalizio". Forse perché sono fresca di matrimonio con Marcello e quindi ho forte quel senso di unione che viene dal matrimonio al punto che mi sono sentita di "sposarmi" anche con Dio. Nel giorno dell'effusione mi sono messa davanti a Dio sentendomi proprio sposa, questa volta ho detto il mio "Sì" da sposa e il momento dell'effusione è stato anche in questa occasione ricco di gioia.

Mentre i fratelli pregavano su di me, mi sono proprio chiesta se però davo a questo "Amore" le stesse attenzioni che davo a mio marito e se ero in grado di essere moglie anche di Gesù. E allora ho capito che il giorno dell'effusione non deve  essere vissuto come la fine di un percorso, ma è l'inizio della nuova vita a cui solo noi possiamo decidere di dire di SÌ.

E poi ci sono le persone che pregano su di te. Sono loro, attraverso "le mani del Signore", che portano lo Spirito ad effondersi dentro noi. Mentre pensavo a questa testimonianza, mi sono venuti in mente i nostri amici della comunità, persone semplici che hanno detto un Sì di amore convinto e che curano questo Sì con amore e costanza.

E allora ho ricordato l'importanza della comunione dei cuori, ma anche della fiducia: sì, perché è a loro che ci affidiamo in quel momento, perché Dio ci parla attraverso i loro cuori.

Ringrazio Dio quindi per la comunità e il Movimento, perché sono i pilastri che permettono a Dio di arrivare a noi.
Senza tutto questo non riuscirei a vivere il senso profondo delle cose che Dio sceglie di farmi vivere, tra cui l’Effusione dello Spirito.

I.S.


pubblicato in data: 20/06/2016 17:43:12    :1226

APPUNTAMENTI:
9 dicembre 2019
MILANO: INCONTRI DI ATELIER
10 dicembre 2019
MILANO: SANTA MESSA PER I LAVORATORI
11 dicembre 2019
VILLARICCA (NA): ATELIER
11 dicembre 2019
COMUNITA' DELL'ITALIA CENTRALE: ATELIER
12 dicembre 2019
MILANO: SANTA MESSA PER LAVORATORI - SAN BARTOLOMEO

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project