REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


TESTIMONIANZA: IL CAMMINO DEI TRINITARI
Share |

 

Solo qualche mese fa ho ricevuto la chiamata da trinitaria. Nell'anno della Misericordia, il Signore mi ha offerto il grande dono di mettermi al servizio degli altri. Anche se non avevo la totale consapevolezza del compito che avrei svolto, il mio sì è stato senza esitazioni e pieno di gioia. Anche se nella mia mente non comprendevo ancora tutto, sentivo forte questa chiamata. La convinzione non ha potuto far altro che crescere durante il corso di preparazione.
Ho vissuto quest'esperienza formativa con l'ansia di conoscere, l'entusiasmo forte, come quello di un bambino che muove i suoi primi passi. Cresceva in me la consapevolezza che la mia vita stava cambiando: la mia mente ed il mio cuore, già avvezzi ad accettare questo compito, diventavano sempre più pronti a compierlo, attraverso la preparazione all'occuparsi invece del "preoccuparsi", la conoscenza delle regole da seguire, della nuova logica, la logica di Cristo, che deve diventare la logica della mia vita.
L'entusiasmo è continuato anche quando la settimana scorsa c'è stata la cerimonia del mandato. Il fervore e l'emozione erano infatti iniziati già a casa, quando - come una bimba che va ad una festa- volevo indossare un abbigliamento consono al momento perché dovevo presentarmi al cospetto di Dio e volevo essere elegante solo ed esclusivamente per Lui. Poi in chiesa ho iniziato a tremare poiché ero conscia della presenza del Signore e del mandato che mi stava affidando; volevo assolutamente essere plasmata, modellata dalla sua mano, come lui voleva e non come io avevo voluto. Ho vissuto il momento come un'ulteriore conferma della grandezza di questo dono, che avevo ricevuto e che dovevo portare agli altri: già sapevo cosa volevo chiedere a Dio e cosa dovevo dare.
Attraverso il servizio da trinitaria sento che il mio percorso di fede è diventato completo: è una strada, quella di Dio, sulla quale io già camminavo; una strada di cui già riconoscevo  le tortuosità e i tratti più rettilinei, ma in quel momento la mia strada è stata illuminata ed io ho potuto conoscerne meglio i dettagli, comprendere più a fondo qual è il mio ruolo e il mio dovere verso Dio e verso gli altri. LINA


pubblicato in data: 04/12/2016 16:53:00    :603

APPUNTAMENTI:

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project