REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


TESTIMONIANZA: COME E QUANTO IL SIGNORE SI E' PRESENTATO NELLA MIA VITA
Share |

Vorrei cominciare lodando e ringraziando Dio prima di tutto per la famiglia in cui mi ha fatto crescere. Non smetterò mai di cominciare la mia giornata grata e cosciente di questo incommensurabile dono.

Io sono la quinta di sei fratelli e avere tutta per me l'attenzione di mia madre non è stato sempre facile. C'è stato qualche anno della mia adolescenza in cui le mie mamme me le sono scelte tra le zie, le suore della mia scuola, le mamme delle mie amiche, ecc., un po' criticando i numerosi impegni e la mancanza di confidenza tra me e la mia vera mamma. Faticavo molto ad aprirle il mio cuore, sempre un po' timorosa del suo giudizio parecchio severo e della sua mancanza di tenerezza. Aveva delle regole e degli schemi fissi per educarci, molto chiari e costruttivi ma man mano che i figli aumentavano forse il suo senso materno e la sua pazienza diminuivano. Devo precisare che la mia nonna materna è morta quando mia madre aveva tre anni e quindi quell'attenzione, quella tenerezza che solo una mamma sa dare le era mancata. Aggiungo poi che le prove da lei attraversate prima e durante la sua giovinezza sono addirittura irraccontabili in una breve testimonianza. Quando mia madre e mio padre si sono sposati c'era la guerra e i loro primi anni sono stati durissimi.

Premesso questo, anch'io sono cresciuta, nonostante tutto, contornata da tanti straordinari affetti e da tante attenzioni poiché mio padre, sesto di quattordici fratelli, ci ha permesso di vivere tutti insieme in una grande casa con 52 cugini e tanti tanti zii, uno più meraviglioso dell'altro. Oserei dire che i miei fratelli più affiatati sono i cugini che hanno la mia età e che ancora sento e frequento quotidianamente. Viviamo ancora nella stessa casa!

È arrivato il tempo del mio matrimonio e della mia prima attesa. L'ho vissuta lavorando, molto felice della vita che mi portavo dentro, nonostante avessi scoperto quasi subito la malattia latente nella mente di mio marito. Ci amavamo ed eravamo comunque sereni. Questa attesa era un po' prematura perché lui stava ancora studiando per il concorso notarile e nel frattempo aveva perso il papà titolare dello studio, ma io avevo molto successo e guadagnavo per entrambi. Avevamo una casa piccolina ma bellissima e io confidavo nella presenza del Signore. Lui mi seguiva, con una fede molto agli albori, senza solide radici. Non aveva avuto un'educazione religiosa molto profonda e la sua famiglia aveva passato una burrasca non da poco.

Ricordo ogni giorno di questa attesa con una limpidezza impressionante. Da subito sapevo che sarebbe stato il dono più grande della mia vita e non vedevo l'ora che questo bambino venisse alla luce. Quel giorno è arrivato e ricordo bene l'emozione di mio padre, medico e fisiologo, dolcissimo, e sempre disposto a vedere il bicchiere mezzo pieno anche nei momenti più difficili. Ricordo lui al telefono, lui che mi suggeriva ogni passo successivo, ogni respiro, e la mia mamma che faceva le parole incrociate in sala d'attesa. Quasi quasi non sentivo la sua presenza; forse percepivo quel timore che lei aveva vissuto nelle sue prime gravidanze e non mi aspettavo alcun aiuto.

Dopo tredici interminabili ore di lotta, il mio bambino è nato, bellissimo, un neonato davvero stupendo! Ho preso tra le braccia questo bimbo e dapprima tutta la tensione è uscita prorompente in un pianto dirotto, liberatorio, ma immediatamente dopo mi sono sentita quasi imprigionata e ho cominciato a pensare: "Dove lo appoggio se devo alzarmi?  Come faccio se devo uscire? E se piange? ecc. ecc....", tante piccole paure a cui non sei mai preparato prima di quel momento. Avevo in mano una boccia di cristallo e sapevo che sarei uscita dalla clinica per entrare in una casa nuova, in un paese sconosciuto e senza alcun membro della mia famiglia, nessun aiuto! Ero un po' spaventata delle incognite che mi aspettavano, ma questi pensieri sono subito svaniti quando il primo miracolo si è presentato. È entrata in camera mia la mamma... Non era più lei... Era una piccola bambina, abbandonata, perduta, spaventata. L'ho vista improvvisamente come il dono più grande della mia vita e l'ho abbracciata come se fosse stata la prima volta, così grata per la sua presenza, così grata per tutto quello che con tanta fatica aveva impresso nella mia vita. Ho capito improvvisamente ogni sua sofferenza, ogni sua lotta, ogni sua durezza... Lei mi ha guardata stupita, con le lacrime agli occhi e mi ha chiesto: "Ma da chi hai preso questo straordinario istinto materno?... Da me certamente no!". Forse a voi sembrerà una storia banale, ma non lo è perché la grazia di Dio ha fatto sì che io capissi che non dovevo più aspettarmi di essere amata ma che dovevo amare, e la mia vita è totalmente cambiata. Ho cominciato a vedere in lei una straordinaria forza, un'auto-disciplina incredibile, una fedeltà, una fede in Gesù che mi hanno guidato tutta la vita anche nel mio cammino spirituale.

Da allora il Signore non ha mai mancato di farsi vedere! Dico vedere davvero!
Nessuna vita passa indenne dai momenti difficili. Anch'io ne ho avuto uno particolarmente grave, più di uno... che non sto a raccontare.
Ho girato il mondo con i miei bambini appresso, trasferendomi più e più volte per il lavoro di mio marito. Ho sempre affrontato tutto, anche le difficoltà con grande serenità, ma è arrivato un giorno in cui sembrava essersi frantumata tutta la mia vita in un'ora soltanto.
Sono svenuta su un divano... Non potevo proprio affrontare più nulla, non potevo né credere né accettare. Non avevo la forza di combattere... Sono stata così per circa un'ora, forse nel mio abbandono il subconscio pregava Dio di farsi sentire...
Mi ha svegliato un campanello insistente e sono arrivata fino alla porta... Era il mio angelo custode, di questo sono assolutamente certa, un'amica di quando ero bambina, figlia di amici dei miei genitori. Avevamo avuto un percorso di vita molto simile viaggiando negli stessi Paesi ma sempre lontane, con vite diverse. Anni prima mi aveva chiesto consigli per la scuola dei suoi bambini, anche lei due maschi, anche lei negli Stati Uniti, e ci eravamo viste per un'ora in tutto. Da quindici anni non sapevo più molto di lei ed era l'ultima persona che aspettavo di trovare alla porta. Mi sono vergognata, ero pallida, sfinita, piangevo ed ero completamente confusa. L'ho fatta entrare e lei senza dire una parola mi ha abbracciata e mi ha detto: sono qui! Passavo sotto casa tua e mi è venuta voglia di salutarti, non so come mai! Al momento mi sono detta "bel momento hai scelto!" ma poi il suo sguardo così fraterno, il suo silenzio così rumoroso, ho sentito la presenza viva di Dio! Lui era li, in quella persona lontana da Lui, ma certamente mandata da Lui! Dopo quasi un'ora di abbracci, di pianti, di sfoghi, di ricordi, lei ha estratto dal cappello tutte le soluzioni più urgenti. Non mi ha più lasciato, non ci siamo più lasciate. Non dimenticherò mai questo incontro, incontro straordinario che ha rimesso in carreggiata la mia vita mentre ha riportato il suo cuore vicino a Gesù! Ora mi chiama e mi dice: "Sto pregando il tuo amico Gesù ". Grazie!


Betty


pubblicato in data: 23/06/2015 19:08:03    :2971

TESTIMONIANZA: NON SEMPRE I SOCIAL SONO MEZZI DI DISTRUZIONE TESTIMONIANZA: NON SEMPRE I SOCIAL SONO MEZZI DI DISTRUZIONE 08/04/2019
Nel mio caso, GRAZIE A DIO, nel vero senso della parola, che esistano: infatti, usufruendo di uno dei più potenti, Facebook, ho scoperto Gloriosa Trinità
TESTIMONIANZA: NON VI CHIAMO PIU' SERVI, MA AMICI TESTIMONIANZA: NON VI CHIAMO PIU' SERVI, MA AMICI 24/03/2019
Sono conscio che l’amicizia o “filìa” è solo un passaggio intermedio verso l’amore nella sua forma completa e pura di “agape”, dono gratuito di sè
TESTIMONIANZA - IL SILENZIO DI DIO TESTIMONIANZA - IL SILENZIO DI DIO 12/03/2019
“A colui che si compiace di discutere con Lui non risponde nemmeno una volta su mille…. Grido a Te e Tu non rispondi“ (Giobbe 19,7)
TESTIMONIANZA - IL CATECHISMO DELLE MIE FIGLIE HA RISVEGLIATO LA MIA FEDE TESTIMONIANZA - IL CATECHISMO DELLE MIE FIGLIE HA RISVEGLIATO LA MIA FEDE 03/03/2019
Sara Doris condivide su un noto settimanale cattolico l'incontro con Gesù vivo attraverso la conoscenza del Movimento e di Don Andrea durante un ritiro per i genitori del catechismo insegnato da Elena Pecori e Sara Casi
TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO DI CONSACRAZIONE TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO DI CONSACRAZIONE 24/02/2019
Testimonianza di Enza che, con il marito Luigi, il 6 Gennaio 2019 si è consacrata nel Movimento
TESTIMONIANZA: LA GIOIA VERA TESTIMONIANZA: LA GIOIA VERA 17/12/2018
Questa esperienza ha reso viva in me la presenza costante di Gesù. Tanto è l’amore donatomi da Dio, che non riesco a nasconderlo e tanto meno a tenerlo tutto per me, condividendolo cosi con le persone accanto...
TESTIMONIANZA: LO SPIRITO SANTO ALL'OPERA TESTIMONIANZA: LO SPIRITO SANTO ALL'OPERA 30/09/2018
Da tempo mi chiedevo come lo Spirito Santo potesse operare nell'uomo e in che maniera concreta.
TESTIMONIANZA: UNA VACANZA ESODICA IN UN ISOLA ESOTICA TESTIMONIANZA: UNA VACANZA ESODICA IN UN ISOLA ESOTICA 24/09/2018
”Signore, fa' che io non desideri mai di essere da un’altra parte se non dove Tu vuoi che io stia”
TESTIMONIANZA: L'AMORE! QUESTA E' LA CHIESA: UNA MADRE CHE ACCOGLIE E AMA TESTIMONIANZA: L'AMORE! QUESTA E' LA CHIESA: UNA MADRE CHE ACCOGLIE E AMA 19/06/2018
Gesù mi vuole felice, vuole darmi la gioia, vuole che io sia libero figlio di Dio e io sono me stesso solo se sono in Dio...
TESTIMONIANZA: TARDI TI HO AMATO TESTIMONIANZA: TARDI TI HO AMATO 10/06/2018
Tu stavi dentro di me e io ero fuori e là ti cercavo. Mi hai abbagliato, mi hai folgorato, e hai finalmente guarito la mia cecità...
TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO IN GLORIOSA TRINITA' SECONDA PARTE TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO IN GLORIOSA TRINITA' SECONDA PARTE 04/02/2018
In un momento di preghiera, ad un tratto mi vengono in mente le parole di Don Andrea: “Tu sei un prodigio, Dio ti ha creata, Dio ti ama come sei”. Quindi, perché preoccuparsi per poche righe?!
TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO IN GLORIOSA TRINITA' TESTIMONIANZA: IL MIO CAMMINO IN GLORIOSA TRINITA' 28/01/2018
In un momento di preghiera, ad un tratto mi vengono in mente le parole di Don Andrea: “Tu sei un prodigio, Dio ti ha creata, Dio ti ama come sei”. Quindi, perché preoccuparsi per poche righe?!
TESTIMONIANZA: HO DETTO SI' TESTIMONIANZA: HO DETTO SI' 21/01/2018
Ho detto sì... Costa in termini di lavoro interiore dove l'umiltà lotta per emergere, dove l'amare chi ti infastidisce è fatica, dove il non reagire alle provocazioni vuol dire contare fino a... 10 (seconda parte)
TESTIMONIANZA: QUANDO HO INCONTRATO GESU' TESTIMONIANZA: QUANDO HO INCONTRATO GESU' 14/01/2018
Ero un morto vivente dell'umanità e sono stato trasformato in un vivente morto all'umanità. Un risorto a nuova vita. (prima parte)
TESTIMONIANZA: LA MIA 82ESIMA FESTA DEL NATALE TESTIMONIANZA: LA MIA 82ESIMA FESTA DEL NATALE 09/01/2018
La mia 82esima Festa del Natale... Indimenticabile!... Un sedicesimo ospite si stava aggiungendo a noi...
TESTIMONIANZE: PELLEGRINAGGIO A FATIMA TESTIMONIANZE: PELLEGRINAGGIO A FATIMA 23/10/2017
Le testimonianze piene di gratitudine dei partecipanti.
TESTIMONIANZA: L'INVITO IN VACANZA PIU' BELLO DELLA MIA VITA TESTIMONIANZA: L'INVITO IN VACANZA PIU' BELLO DELLA MIA VITA 11/10/2017
Ogni momento, dalla mattina alla sera, è stato fonte di arricchimento nell'anima.
TESTIMONIANZA: LA VITA COMUNITARIA GUARISCE TESTIMONIANZA: LA VITA COMUNITARIA GUARISCE 02/10/2017
Ringrazio Gloriosa Trinità, tutti i fratelli, i consacrati, i miei responsabili, Don Andrea, perché attraverso il contributo di tutti il Signore della Vita ha vinto la mia morte!
TESTIMONIANZA: SCEGLIERLO SEMPRE AL DI SOPRA DI NOI STESSI TESTIMONIANZA: SCEGLIERLO SEMPRE AL DI SOPRA DI NOI STESSI 25/09/2017
Quello che conta è stare con Lui sempre. SceglierLo sempre al di sopra di noi stessi...
TESTIMONIANZA: NUMANA 2017 TESTIMONIANZA: NUMANA 2017 17/09/2017
Considero questa esperienza un grande privilegio che cambia la prospettiva della nostra vita e riconferma ancora una volta che siamo stati creati per vivere nella relazione...
TESTIMONIANZA: GLORIOSA TRINITA’, UNA PORTA APERTA VERSO IL SIGNORE TESTIMONIANZA: GLORIOSA TRINITA’, UNA PORTA APERTA VERSO IL SIGNORE 09/04/2017
In un mondo dove tutto corre veloce, Gloriosa Trinità è una vera e propria salvezza.
TESTIMONIANZA: DALLA SOFFERENZA AD UN'OASI DI PACE TESTIMONIANZA: DALLA SOFFERENZA AD UN'OASI DI PACE 04/04/2017
Dopo tanta sofferenza sono atterrato, o meglio, il Signore mi ha portato in un'oasi di pace e d’amore
TESTIMONIANZA: ASCOLTO GT - MISSIONE 12 CESTE TESTIMONIANZA: ASCOLTO GT - MISSIONE 12 CESTE 12/11/2016
12 Ceste sono quelle dei pezzi avanzati dopo aver distribuito i pani e i pesci nel Miracolo della moltiplicazione.
TESTIMONIANZE RITIRO NAZIONALE A VILLARICCA (NA) TESTIMONIANZE RITIRO NAZIONALE A VILLARICCA (NA) 07/11/2016
Il 5 e 6 Novembre 2016 nella Parrocchia di San Francesco a Villaricca (Na) si è svolto il Ritiro Nazionale, "L'amore di Cristo ci spinge" (2Cor 5,14). Ecco le testimonianze...
TESTIMONIANZA: “PRONTI SEMPRE A RENDERE RAGIONE DELLA SPERANZA CHE C'E' IN VOI.” TESTIMONIANZA: “PRONTI SEMPRE A RENDERE RAGIONE DELLA SPERANZA CHE C'E' IN VOI.” 30/10/2016
“La speranza poi non delude, perché l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato” (Rm 5,5)
APPUNTAMENTI:

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project