REGISTRATI   |  
   

RSS   Facebook   Twitter

Italiano   English   Polish


PELLEGRINAGGIO NOSTRA SIGNORA DI FATIMA: TESTIMONIANZE
Share |
Ringrazio la Madonna di Fatima perché quella sera da te ho chiesto 3 grazie impossibili e una si è già avverata: una famiglia gravata da molte pene ha ricevuto la grazia della giustizia legale e la grazia di un lavoro per il capofamiglia, così da ricominciare. Grazie, oh Signora!
 
segui il Pellegrinaggio

Ti ringraziamo, Madre Santissima, per la tua presenza e per tutte le grazie che hai donato a tutti i partecipanti al Rosario!

Appena arrivata una delle ospiti ha detto: "Sapete che ricorrenza è oggi? E' la memoria di Francesco Marto, uno dei bambini veggenti di Fatima". Noi non lo sapevamo, ma durante la preghiera abbiamo sentito la sua presenza perchè tra i partecipanti è arrivato anche un bambino... E' stato un tempo di vera grazia!

UnhideWhenUsed="false" Name="Medium Grid 2 Accent 3" />

I miei due incontri con la Madonna pellegrina sono stati momenti intimi di carezze al mio cuore...

Già al secondo appuntamento la Madonna mi ha concesso la grazia che le avevo chiesto al primo incontro e mi ha fatto capire che il tempo che Dio mi concede è come un talento che devo far fruttificare attraverso il mio desiderio di portare Gesù in famiglia, di non rassegnarmi mai, perchè il mio compito è combattere per Gesù senza avere paura, affinchè, quando arriverà il giorno in cui si riprenderà il mio tempo perchè sarà giunto al termine, io possa dimostragli di essere stata un docile strumento nelle sue mani, di aver obbedito alla parola dello Spirito di quel lontano giorno della mia prima effusione che diceva: "Combattti per me, non avere paura!".

<

Sono una semplice Trinitaria del Movimento Gloriosa Trinità, che giorno per giorno sta sperimentando la presenza di Dio nella propria vita. Piccoli passetti per aprire il mio cuore a Lui. L'arrivo della Madonna di Fatima in casa mia era una gioia immensa, non avrei mai immaginato una grazia così bella.

La Madonna sarebbe arrivata il 16 Marzo, ma io lavoravo e non volevo lasciarLa da sola a casa. Ho pensato di invitare tante mie amiche e clienti per pregare un Rosario e dò la scelta di venire a casa oppure in negozio per una preghiera più personale.

Prima cosa da fare, organizzare il trasporto della Madonna, non avendo un’auto. Ne parlo con una mia cliente che si propone di aiutarmi. Preparo un piccolo altarino vicino all'ingresso del negozio, così chi vuole può salutarla. Tante persone sono entrate per un saluto, una preghiera ,un attimo di pace. Un episodio che mi ha aperto il cuore è stato quello di un ragazzo che con la ragazza passa davanti alla vetrina (era quasi ora di chiusura), va oltre, poi indietreggia ed osserva la Madonna. Chiama la ragazza che non l’aveva proprio vista e le dice: “Guarda, c’è  la Madonna!”. Si ferma a guardarla e si fa il segno della croce. Vedendo ciò mi affaccio, osservo il suo sguardo di gioia ed ho la sensazione che voglia dire qualcosa, ma che non osi. Mi dice: “Che bella quest'idea della Madonna, non avrei mai immaginato che un centro estetico potesse esporLa, Le faccio i miei complimenti”, e mi stringe la mano. Poi mi chiede se potevo fargli un favore. Io chiedo cosa e lui  mi dice: “Può fare una preghiera per me?”. Ero meravigliata ma a cuore aperto gli ho risposto: “Falla tu, entra pure e rimani quanto vuoi, Lei è qui per noi ed anche per te”. Stupito, entra, seguito dalla ragazza, e con le mani congiunte, mentre lo lascio solo, si pone davanti alla Madonna, china la testa e prega. Ho avvertito un brivido di gioia nel cuore. Sentivo in quel momento come lo Spirito Santo avesse creato un momento di pace e raccoglimento in questo ragazzo che non conoscevo, ma era mio fratello! 

Grandi cose ha fatto quel giorno la Madonnina. Una mia amica, piena di difficoltà economiche, familiari e spirituali, che non vedevo da anni, avendo ricevuto il mio invito, ha deciso di venire a sorpresa. Mi dice, quando ci appartiamo in una cabina del centro estetico: "Non potevo non venire. Ho capito che, come tu mi consigliavi, dovevo fare discernimento nella mia vita per poter essere di esempio ai miei figli. Ho iniziato a pregare la Madonna ed ora sono venuta a ringraziare". Ho ritrovato un’amica con meno tristezza negli occhi e più fiducia nella Grazia Divina. Le ho parlato di come ho conosciuto Gloriosa Trinità, di come, ascoltando la catechesi del lunedì di Don Andrea, frequentando gli Atelier , piano piano sono riuscita ad alleggerirmi, facendo discernimento su ciò che veramente era importante. Mi sono affidata a Gesù ed allo Spirito Santo che mi guida. Ogni difficoltà la affido a Lui e mi impegno perché tutto vada secondo il suo progetto, con tanta pace nel cuore che non avrei mai immaginato potesse esistere. Visto che abbiamo appena iniziato il seminario, le ho proposto di venire, di dedicare poche ore a Gesù. La sua risposta è stata: “Non ho tempo”. Le ho risposto: “Due ore che manchi da casa non sono un disastro, avrai molta più forza per andare avanti, più serenità. Ti ricordi come ero io? Ed ora cosa vedi?” – “Ti vedo più serena e gioiosa. Ok, provo, ci vediamo lunedì”. Grazie, Madonnina, per questa chiamata.  

Alle ore 21, preghiera del Rosario a casa. Avevo ansia ma tanta gioia, perché avevo invitato tante persone di varia nazionalità, mi chiedevo se sarei riuscita a guidare bene il Rosario visto che non sapevo tutti i misteri a memoria... avrei voluto un piccolo aiuto. Invoco lo Spirito Santo: “Guidami tu!”. Arriva una prima coppia che non mi aspettavo; dopo un po’ lui mi dice: “Voglio ringraziarti per l'invito, è da quando ero a Caserta che non vivevo più queste cose. Ne avevo bisogno”. Una signora che stimo molto, di 73 anni, affetta da morbo di Parkinson, mi chiama e dice: “Non riesco a trovare la tua casa, ritorno a casa mia”. Le rispondo: “Aspetta, ti vengo incontro” (lei mi avrebbe aiutata nella guida del Rosario). Quando la vedo, le dico: “Grazie per esserci, mi aiuti a pregare il Rosario? Io non sono brava”. Lei acconsente. Inizio a distribuire le coroncine ed una persona mi dice: “Non so usarlo. Vado a Messa, prego ma non so usarlo”. Io la aiuto e le spiego. Preghiamo il Rosario, tutto va alla grande con tanto raccoglimento, comunione dei cuori intorno alla Madonna e presenza dello Spirito Santo avvertita da tanti.

Penso che questa bellissima esperienza di Grazia resterà nei ricordi miei ed anche di tutte le persone che sono state coinvolte, perché siamo figli di un'unica Mamma Celeste. Lode e Gloria a Dio! 

Partecipando una sera al Santo Rosario con la Madonna pellegrina di Fatima, ho sperimentato come la sua forza ha operato nel cuore di una persona.

Quest’uomo era molto ferito dal comportamento del sacerdote della sua parrocchia, tanto da decidere, pur essendo credente e molto devoto alla Madonna, di non andare più in Chiesa per questo motivo.

Parlando con lui, gli abbiamo spiegato molto semplicemente che i sacerdoti sono uomini come tutti, con le proprie debolezze e fatiche che fanno parte della vita, che molte volte si sentono soli, che devono mandare avanti, non senza difficoltà, la parrocchia, occuparsi della spiritualità dei parrocchiani e delle diverse situazioni che vengono a crearsi in una comunità; per questo motivo hanno bisogno del sostegno e della comprensione di noi laici, in modo da fargli sentire che non sono soli e che, come noi contiamo su di loro, anche loro possono contare sulla nostra presenza attiva in questa missione che Dio ha loro affidato.

Il risultato di quanto detto mi ha proprio lasciato senza parole: quest’uomo ha cambiato radicalmente il suo pensiero, tanto da dire: “La prima cosa che farò appena torno a casa sarà quella di andare dal sacerdote e parlare con lui per chiarire il perché del mio allontanamento”.

Altra cosa che mi ha colpito è stata la definizione da lui usata riferendosi al Movimento: “Voi fate un buon lavoro”.

Questa è la forza del nostro camminare con Dio, essere testimoni della sua Parola, della sua chiamata; con parole semplici e la forza del Rosario della Vergine Maria, tutto cambia, il cuore si scioglie e torna la pace.

Quando è arrivata la Madonnina, il mio cuore si è riempito di gioia e sono scoppiata in un pianto liberatore perchè mi sono sentita abbracciata e amata come solo la Mamma sa fare. La mia casa profumava del suo amore.

Alla sera, poi, sono arrivati alcuni vicini e amici e, quando abbiamo iniziato la preghiera, i loro occhi erano fissati sul volto di Maria. alla fine, una coppia mi ha chiesto se potevano venire anche il giorno dopo perchè avevano sentito una pace nel cuore mai provata. Altri, il giorno dopo, mi hanno chiamata per dirmi che si erano sentiti oimmersi in una grande pace.

Quella sera ero talmente felice che non sono riuscita ad andare a letto e sono stata tutta la notte sul divano davanti a Maria, pregando, cantando e parlando. Grazie, Maria, per la tua presenza, per il tuo silenzio, per il tuo sguardo che ha dato forza, coraggio e soprattutto Amore a tutti i cuori che in questi giorni hai visitato, donando la speranza di una vita nuova con te e con Gesù

Avevo anche inviato la foto della Madonnina a mia cognata, moglie dell'ultimo fratello di mio marito, che vive a Bassano del Grappa, dicendole che avrei pregato per lei. La risposta è stata: "Grazie, ne ho molto bisogno in questo momento".
Il giorno successivo al Rosario della sera, nell'aspettare alcune persone, ero davanti alla Madonnina in preghiera e mi arriva un suggerimento: mando un sms a mia cognata chiedendole se vuole collegarsi con noi in viva voce per la preghiera del Rosario. Nessuna risposta. Arrivano le persone che stavo aspettando, sono le ore 16 e sento dinuovo insistente il suggerimento di chiamare sonia, mia cognata; io ero molto titubante, non mi aveva risposto, pensavo: "Non ne avrà voglia o è impegnata", ma il suggerimento era insistente, allora chiamo, mi risponde e le rinnovo l'invito a pregare con noi in viva voce; con mia somma sorpresa, lei accetta volentieri con gioia, dicendomi di non aver visto il mio messaggio. Alla fine mi racconta che, prima che inviassi la foto della Madonnina e che pregassi per lei, una persona le aveva portato un sacchettino consegnatogli da alcune suore, contenente bigliettini con nomi di santi e beati, invitandola a prendere un biglietto e a pregare il santo o beato che a sua volta avrebbe pregato per lei. Mia cognato ha pescato i nomi di Giacinta e Francesco, i due pastorelli veggenti di Fatima!
Ancora una volta Maria ci ha chiesto di affidarci con fiducia e perseveranza nella preghiera, balsamo per le nostre ferite, così da trasformarle in feritoie da cui la luce di Cristo possa illuminare i nostri volti e chi ci incontra possa vedere Lui in noi. Accogliamo l'invito di Maria a non preoccuparci, ma ad occuparci, perchè tutto è già preparato, basta metterci in preghiera e in atteggiamento di accogleinza e tutto ci viene donato per donare e donarci.

segui il Pellegrinaggio

Oggi è stata veramente una giornata piena di emozioni con la nostra Madonnina...

Ho visto alcune persone che hanno cambiato il loro volto dopo il Rosario ed altre emozionarsi con molte lacrime e altre incredule che la Madonnina fosse lì con loro e continuavano a toccarla per capire...

E' stata un'immersione di amore e di grazia per tutti quelli che hanno partecipato.

La mattina seguente, poi, mentre stavo pregando davanti alla statua, hanno chiamato tre persone una dopo l'altra... Sono rimasta veramente molto stupita perchè loro non potevano saperlo... Allora, mentre parlavo con loro, fissavo la Madonnina e per me, poi, è stato facile con parlare con le parole giuste!

 

Maria ha radunato ai suoi piedi anche una persona che non sappiamo come sia arrivata, ma con un urgente bisogno di ringraziarla; è venuta per due sere di seguito.

Sono venute anche due persone malate terminali, una delle quali accompagnata dal figlio che vive a Lugano.

Grazie, Maria, è una Grazia indescrivibile averti a casa!

"E' stato il più bel S. Valentino della mia vita. Con mio marito dopo il Rosario siamo usciti felici... Sai quando ti senti piena?...".

"E' stato un Rosary Hour!".

"E' stata una piacevolissima serata!".

"Ancora grazie per il bellissimo incontro di preghiera che ci hai offerto l'altra sera. Mi piacerebbe che fosse solo il primo di una lunga serie. E' stato bellissimo sentirsi vicini, accomunati da un'unica Luce: Nostro Signore Gesù".

Solo Tu, Mamma, conosci le mie priorità!

E’ stato con questo grido nel cuore che domenica 22 gennaio scorso ho pregato il Santo Rosario a casa di Daniela e Massimo dove sostava per qualche giorno la Madonnina di Fatima.

Pur essendo il settimo giorno della settimana, quello dedicato alla festa e al riposo, io ero in una condizione spirituale, mentale e fisica opposta. La gioia non era dentro di me e più ne ero cosciente, più ero nervosa e non mi sopportavo.

Ma non mi voglio dilungare sul mio stato d’animo e sul mio ego imbrigliato, quanto piuttosto dare Lode a Maria per la Sua Grazia e velocità straordinaria nel compimento delle opere e dei progetti della Santa Trinità con cui è corredentrice.

Urlavo e piangevo: “Mamma, non so più che cosa chiederti! Qualunque sia la Grazia che è nella volontà di Gesù, compila. Tu conosci le priorità della mia vita. Io dò il 'mio' ordine, le  'mie' preferenza, la 'mia' 'lista della spesa', ma non so nulla e non capisco da anni nulla di me stessa e della mia vita terrena. Scegli Tu, Mammina mia!".

E’ opportuno a questo punto precisare che, tra le diverse sofferenze che vivo, ne esisteva da anni una che riguardava il mio ambiente di lavoro. Specificamente il rapporto con delle colleghe che veniva continuamente messo a dura prova. Il protrarsi di questa situazione mi aveva nel tempo logorata e anche indispettita, perché mi trovavo ormai da anni a svolgere il ruolo di parafulmine operativo di compiti e di responsabilità altrui. Mi trovavo ad ottemperare, oltre alle mie mansioni ovviamente, anche e spesso quelle di chi non le ottemperava. Il subire questa ingiustizia, nel tempo, ti fa assuefare, ma anche inacidire e perdere il gusto del quotidiano. Andare al lavoro e santificarsi nel lavoro è per me fondamentale e tutto quello che faccio è offerto a maggiore Gloria di Dio. Certo nell’ultimo anno l’accettazione di certi comportamenti era diventata per me difficilissima.

Mai avrei pensato nella sfilza di cose che non mi piacevano e mi davano dolore di poter credere che sarebbe cambiata proprio questa situazione. Era una di quelle classiche richieste archiviate. Una situazione talmente fossilizzata che nemmeno avrei avuto il coraggio di chiedere a Maria di fare un miracolo di questo tipo. Mi sarei sentita di chiedere una cosa 'poco rilevante' al cospetto della Mamma. Mi dicevo: “Lei interviene in cose più grandi! Una guarigione da una malattia, una gravidanza non sperata, un fidanzamento, magari…!”.

Che donna di poca fede, che pensiero e che convinzioni limitate le mie! Il mio Credo personale è così acerbo che non osa immaginare di che cosa sia capace l’onnipotenza della Misericordia della Vergine Maria.

Per concludere, il miracolo ricevuto è stato duplice: da un lato l’imprevisto e radicale cambiamento della situazione in ufficio già dal lunedì dopo la preghiera, dall’altro l’aver spalancato gli orizzonti della scarsa speranza nella mia anima.

Grazie, Mamma, grazie, perché mentre mi guarisci, mi perdoni. Mentre mi perdoni, mi doni le Grazie che io per ignoranza taccio nel mio cuore. Lode e Gloria a Te, oh Maria! 

 

Il giorno in cui abbiamo celebrato la Messa per l'inizio del Pellegrinaggio di Ns. Signora di Fatima, ho incontrato un amico che mi ha confidato di avere dei grossi problemi di lavoro.
Era senza lavoro e stava aspettando una risposta per un colloquio che aveva fatto.

Gli ho detto che avrei pregato la Madonna quella sera, gli ho spiegato che avremmo celebrato la Messa per l'inizio del pellegrinaggio della Madonna di Fatima in occasione del centenario delle apparizioni.

La settimana succesiva l'ho chiamato per sapere come era andata e al telefono ho sentito il silenzio... Dopo poco lui mi ha confidato che era commosso perchè pochi minuti prima aveva ricevuto la chiamata di conferma del posto di lavoro!

L'ho invitato per il Rosario la sera in cui la Madonna Pellegrina arrivava in casa mia, mi ha detto che non era sicuro di poter venire, ma pochi minuti prima dell'inizio della serata il citofono ha suonato: era lui.

Abbiamo ringraziato insieme la Madonna per la grazia ricevuta!!!

Mario

Il rosario mi è piaciuto tantissimo perche può sembrare una cosa noiosa, ma in compagnia è molto piu bello e il dirlo insieme ti aiuta anche a seguire di più.
Rachele   

Il 31 gennaio mia mamma ha invitato molte persone a un rosario.
Appena arrivati  tutti, abbiamo incominciato il rosario e ci siamo messi in cerchio: i bambini erano seduti a terra invece i grandi sulle sedie.
Cominciato il rosario abbiamo detto tutte le preghiere che dovevamo dire e alla fine abbiamo mangiato le chiacchiere  e i pop corn e bevuto tanti succhi alla frutta.
A me questo rosario mi è piaciuto un sacco e mi sono divertito tanto.
Pietro


pubblicato in data: 02/07/2017    :871

PER MEZZO DI MARIA: LA TERZA APPARIZIONE DI FATIMA PER MEZZO DI MARIA: LA TERZA APPARIZIONE DI FATIMA 26/06/2017
...Avete visto l’Inferno, dove cadono le anime dei poveri peccatori. Per salvarle, Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al Mio Cuore Immacolato. Se faranno quel che io vi dirò, molte anime si salveranno e avranno pace...
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA – LE SETTE PREGHIERE DI FATIMA PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA – LE SETTE PREGHIERE DI FATIMA 19/02/2017
Durante il corso delle apparizioni a Fatima, vennero insegnate ai tre piccoli veggenti cinque preghiere potenti e uniche, due dall'Angelo della Pace e tre dalla Madre di Dio. In seguito, apparendo a Suor Lucia...
PELLEGRINAGGIO NOSTRA SIGNORA DI FATIMA: TESTIMONIANZE PELLEGRINAGGIO NOSTRA SIGNORA DI FATIMA: TESTIMONIANZE 02/07/2017
Ringrazio la Madonna di Fatima perché quella sera da te ho chiesto 3 grazie impossibili e una si è già avverata...
PER MEZZO DI MARIA: LA SECONDA APPARIZIONE DI FATIMA PER MEZZO DI MARIA: LA SECONDA APPARIZIONE DI FATIMA 24/04/2017
13 Giugno 1917 - verso le 11, Lucia, Francesco e Giacinta come voluto dalla Madonna, si trovano alla Cova da Iria. La voce si è sparsa e con loro adesso ci sono circa cinquanta persone. Recitano tutti assieme il S. Rosario...
PER MEZZO DI MARIA: PRIMA APPARIZIONE DELLA MADONNA PER MEZZO DI MARIA: PRIMA APPARIZIONE DELLA MADONNA 27/03/2017
Recitate il rosario tutti i giorni per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra.»
NOSTRA SIGNORA DI FATIMA HA INIZIATO IL PELLEGRINAGGIO NOSTRA SIGNORA DI FATIMA HA INIZIATO IL PELLEGRINAGGIO 11/01/2017
Lunedì 16 Gennaio alle ore 21.15 nella Chiesa di San Bartolomeo a Milano è stata celebrata la Santa Messa di apertura del pellegrinaggio di Ns. Signora di Fatima per le nostre case.
PER MEZZO DI MARIA: VIAGGIO DI PAPA FRANCESCO SEGUITO A  LOURDES IN DIRETTA PER MEZZO DI MARIA: VIAGGIO DI PAPA FRANCESCO SEGUITO A LOURDES IN DIRETTA 20/03/2017
"Ogni santuario rivela una parte della missione di Maria e ciascuno ha un particolare carisma, senza contraddire i carismi degli altri"
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - IMMAGINE PELLEGRINA PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - IMMAGINE PELLEGRINA 13/03/2017
Da tutti i luoghi visitati provengono resoconti straordinari della presenza dell’Immagine Pellegrina
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA – LE ARMI DEL CIELO PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA – LE ARMI DEL CIELO 12/02/2017
In aggiunta, e complementari ai Sacramenti, il Cielo ha anche provvisto l'umanità di alcune benefiche preghiere...
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - SECONDA PARTE PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - SECONDA PARTE 05/02/2017
Quello che generalmente è chiamato il "Terzo Segreto" è, in verità, la terza e ultima parte del Segreto profetico completo che la Beata Vergine consegnò ai tre fanciulli veggenti il 13 luglio 1917
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - PRIMA PARTE PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - PRIMA PARTE 22/01/2017
La Beata Vergine Maria, la Madre di Dio, apparve per sei volte a tre pastorelli vicino alla città di Fatima, Portogallo, tra il 13 maggio e il 13 ottobre 1917
PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - LE SETTE PREGHIERE DI FATIMA PER MEZZO DI MARIA: LA STORIA DI FATIMA - LE SETTE PREGHIERE DI FATIMA 06/03/2017
Per milioni di persone, queste preghiere sono oggi l'incarnazione vivente del Messaggio di speranza e di pace che Nostra Signora dette a Fatima per il mondo
APPUNTAMENTI:
2 luglio 2017 - 30 settembre 2017
COMUNITA' DI VILLARICCA (NA)
2 luglio 2017 - 18 settembre 2017
COMUNITA' DI MILANO
2 luglio 2017 - 18 settembre 2017
COMUNITA' DELL'ITALIA CENTRALE

Leggi tutte le news…



Fondazione Regina del Rifugio - Tutti i diritti riservati - P.IVA 04794140964 - Termini di utilizzo e Privacy
Realizzazione MC Service CAD Graphic & Project