Gloriosa Trinità



TESTIMONIANZA - SE TI RIVOLGI A DIO

                     

Tanto tempo fa, una cara amica mi regalò un piccolo libricino, piccole pagine dai contenuti preziosi. "Se qualcuno desidera veramente conoscere ciò che Dio vuole che si faccia", penso che Dio sia così desideroso d'incontrare qualcuno che gli rivolga questa domanda, che non esiterà a rispondere.
Se ti rivolgi a Dio così, "farò qualsiasi cosa Tu voglia che io
faccia", fino a quando ti mantieni schietto in questa affermazione, riceverai più chiarezza di quella che avresti desiderato!
Dio non è necessariamente sempre colui che chiede cose difficili o profonde: andare in missione, donare tutti i propri  beni spogliandosene; ciò avviene raramente. Dio normalmente dice: "Perchè non fai questa piccola cosa: non arrabbiarti così tanto con tua moglie", oppure: "Forse potresti iniziare a leggere un libro".
Allora ti diviene improvvisamente chiaro, molto chiaro, che: "Dovrei veramente fare questo piccolo sforzo". E' impressionante quando cominci a fare una o due di queste piccole cose al giorno.
S'inizia a scavare uno spazio completamente nuovo nella tua vita e ti trovi, introspettivamente, ad avere fatto un intero viaggio.
Tutte le grandi vocazioni sono sorte molto lentamente.
Se leggete le loro storie di vita, Ignazio o Francesco ad esempio, essi non si sono convertiti rapidamente, ma hanno continuato a lottare per anni.
Anche quando hanno finalmente trovato la loro vocazione, hanno continuato a lottare. Viste da lontano, molte di queste vite appaiono molto più armoniose di quanto lo fossero state in realtà. Dio non lascia mai soli
.
Se una persona mi dice: "Ho pregato ormai per tanto tempo e non ho mai fatto esperienza di Dio", gli dico: "Perchè non vieni con me, a pregare con me? Siediti qui con me, leggeremo insieme qualcosa, canteremo insieme un inno e pregheremo ogni giorno per dieci minuti", oppure: "Vieni nella mia comunità. Sei troppo solo. Dio non vuole che resti solo, vuole che tu sia amato".
Questa piccola parte del prezioso libro di Henrie Nouwen riassume il mio 'aver fatto' nel tempo in diverse tappe - ma sempre con la stessa schietta domanda - esperienza di Dio.
All'inizio di tutto 'Qualcuno' ha messo nel mio cuore la
domanda e, dal momento in cui c'è, non puoi più nasconderti. Se la domanda è vera e sincera, ogni volta che lo chiederai la verità ti verrà mostrata. A volte si mostra attraverso un abbraccio, a volte per mezzo di un intenso momento di preghiera o ancora attraverso una buona cena in una casa calda e accogliente.
Ringrazio Dio di avermi messo dentro la domanda e sopratutto di avermi sempre messo accanto qualcuno che non si stanca di chiedermi: "Perchè non vieni con me, a pregare con me?", Grazie, Gesù, grazie di cuore.

Teresa