Gloriosa Trinità



PER MEZZO DI MARIA: NOSTRA SIGNORA DI LAMPEDUSA

Si racconta che nella notte del 6 agosto 1534 la cittadella di Sanremo venne assalita da dodici galere saracene ma gli assalitori furono respinti. Tornarono con maggior successo l'anno dopo e, depredata Sanremo, aggredirono Santo Stefano i cui abitanti fuggirono lasciando le case nelle mani dei predoni. Alcuni abitanti furono catturati e condotti schiavi sulle navi dei pirati. A Castellaro viveva un uomo «di costumi semplici e di fede ardente», a cui era stato dato il soprannome di Gagliardo per la statura robusta e il molto coraggio.
Durante l'invasione piratesca della notte del 25 giugno 1561 fu catturato dai nemici mentre navigava lungo le coste alla loro caccia. Due iscrizioni, una in latino all'esterno della chiesa di Nostra Signora di Lampedusa e l'altra in italiano all'interno (traduzione della prima), sono testimonianza della sua cattura: «Piraticam in turcas exercens...» e «Contro i Turchi corseggiando a giorno... ».

Leggi tutto l'articolo