Gloriosa Trinità



PAPA FRANCESCO: NESSUNA CONDIZIONE UMANA ESCLUDE DA DIO

“Nessuna condizione umana può costituire motivo di esclusione dal cuore del Padre”: sono parole di Papa Francesco all’Angelus, in cui ricorda la Giornata dei malati di lebbra e saluta i ragazzi della Carovana della Pace, tradizionale appuntamento organizzato dall’Azione Cattolica.  “L’unico privilegio agli occhi di Dio è quello di non avere privilegi”: così Papa Francesco, che a braccio aggiunge: “e non avere padrini”. Ricorda che l’unico privilegio per tutti è “di essere abbandonati nelle sue mani”. E poi il richiamo forte per ognuno: “Dio viene incontro agli uomini e alle donne di tutti i tempi e luoghi nella situazione concreta in cui essi si trovano. Viene incontro anche a noi”. E il richiamo chiaro all’oggi:   “L’oggi proclamato da Cristo quel giorno, vale per ogni tempo; risuona anche per noi in questa piazza, ricordandoci l’attualità e la necessità della salvezza portata da Gesù all’umanità.  Il riferimento preciso è al brano evangelico in cui Gesù,  avviato alla sua vita pubblica, ritorna per la prima volta e si presenta alla sua comunità, riunita di sabato nella sinagoga. I concittadini reclamano prodigi ma Gesù risponde che  ‘Nessun profeta è bene accetto nella sua patria’ e si appella ai grandi profeti deL passato:  Elia ed Eliseo  che – sottolinea Papa Francesco – “operarono miracoli in favore dei pagani per denunciare l’incredulità del loro popolo”.

Leggi l'articolo