Gloriosa Trinità



GIOVANI: QUARESIMA...TEMPO PER AMARE

Il tempo di Quaresima può essere vissuto in due modi.

Il primo: tempo d’attesa. “Un avvento” di 40 giorni.

Il secondo: tempo di preparazione interiore.

 

Entrambi possono coesistere nel nostro cuore e nella nostra volontà ma se ci limitiamo al primo perdiamo un po’ tanto.

Infatti l’attesa della Resurrezione non basta per viverla.

È importante  anche preparaci interiormente, tramite i tre gesti tipici che in Quaresima sono al centro della vita cristiana:

 

1) Digiuno

2) Carità 

3) Via Crucis

 

Il digiuno ci permette di vivere intensamente l’amore per Dio sotto forma di rinuncia fisica/autoprivazione.Io faccio rientrare anche i fioretti, pure quelli più semplici che  cerco di offrire. Non deve mai diventare una prova di resistenza, una gara.

La carità ci fa vivere l’amore per gli altri.Per me carità significa esserci di fronte al bisogno di chi mi sta accanto. Non mettere per forza una monetina nella cassetta per i poveri, ma anche donare un sorriso a chi è nel pianto.

La Via Crucis è invece il gesto di preghiera più caratteristico, originale. Diventa il momento centrale della mia settimana, sebbene sia alla fine. Viviamo in questo gesto l’amore che Dio ha  per noi stessi,la Sua Passione, ma sopratutto impariamo a portare la croce. La Via Crucis ci insegna questo: come portare la croce.

 È un bel manuale di istruzioni!!!  

La Quaresima è quindi tutta una questione d'amore.