Gloriosa Trinità



CHIESA: SANTA MESSA A RIAD

«Ogni uomo e donna, ogni giovane e anziano» è chiamato a diventare «praticante del dialogo e dell’incontro». Lo ha auspicato il cardinale Jean-Louis Tauran durante la Messa celebrata domenica scorsa a Riad per la piccola comunità cattolica che vive in Arabia Saudita. Il presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso – riporta L’Osservatore Romano - si trova nella capitale del regno per una serie di incontri di alto livello con leader musulmani e per incoraggiare i cristiani — per lo più migranti che svolgono lavori umili — e testimoniare loro quanto il Pontefice e la Santa Sede li abbiano presenti nella preghiera.

La Messa, molto partecipata, è stata concelebrata dal vescovo segretario del dicastero, il comboniano Miguel Ángel Ayuso Guixot, e dal capo-ufficio per l’islam, mons. Khaled Akasheh. All’omelia il cardinale Tauran ha affermato che in un contesto come quello saudita «la religione e il lavoro possono unirsi nel servizio dell’uomo e della verità». A tal riguardo si è detto convinto «che sia possibile per i cristiani e i musulmani vivere insieme», perché — ha spiegato — «apparteniamo alla stessa famiglia di Dio. E inoltre per secoli siamo riusciti a convivere pacificamente». Del resto, entrambe le religioni «apprezzano le virtù come l’onestà, la capacità di ascoltare, il senso dell’ospitalità».